giovedì 25 febbraio 2010

"Quello che le donne non dicono..."












"Quello che le donne non dicono..." è stata la prima cosa che ho pensato quando ho associato due episodi tra loro formalmente diversi eppure entrambi uniti da un sottile filo fatto di carattere e pudore, bravura e anima.
Partiamo con il primo.
Alessandra Gennaro di MenuTuristico tra le righe dei commenti che ci scambiamo quotidianamente mi accenna ad un libro, ma non si sbottona oltre. Nel blog non c'è niente in merito. Non senza fatica e con tanto di ricerca sul web non solo scopro che è scritto da lei in collaborazione con una collega, ma che è illustrato dalla pittrice Giusy Catenuto e che, non da meno, (questo ovviamente l'ho saputo poco dopo) la sua parte di diritti d'autore sarebbe andata in beneficienza alla Banca degli Occhi della Liguria . Il libro è una raccolta di ricette tipiche delle venti regioni italiane illustrata con gli acquarelli della già citata pittrice, piatti che Alessandra si è divertita a provare nella propria cucina in diverse varianti prima di individuare la versione pubblicabile. Questo non senza il supporto di una attenta ricerca condotta sguinzagliando amici in ogni parte d'Italia alla ricerca di quadernetti, tradizioni orali ed aneddoti che dessero concretezza storica alla tradizione condivisa e dettagliata in quelle pagine. Insomma, un piccolo capolavoro nascosto per sensibilità.
Altri avrebbero dato fiato a trombe&trombette, radunato folle ed invocato rulli di tamburi ed invece no, una delle migliori persone che ho avuto modo di conoscere e stimare in rete si teneva in pancia questo generoso compendio di bravura, arte gastronomica e visiva. Uno schiaffo allo stereotipato narcisismo da web che trova invece prolifiche e caricaturali incarnazioni. Pochi giorni fa per l'appunto leggevo il post di una foodblogger molto in vista che in modo pretenzioso cercava di mantenere una aria confidenziale da gruppetto di Chiesa in viaggio premio pur avendo oramai reso il proprio sito un veicolo prettamente commerciale che si muove su logiche 'fredde' differenti, sottocutanee e non evidenti ma certamente di gran lunga ravvisabili. Una dicotomia stridente mi verrebbe da dire...per poi fortunatamente pescare la presente felice eccezione. Chi conosce MT, sa che può contare su una 'famiglia allargata' dove messa da parte la retorica del complimento facile o obbligato, si condivide (con la Daniela e la Alessandra) un approccio 'irrequieto' alla cucina che spazia dalla recensione di un libro o di un programma TV al modo di realizzare un origami per la gioia dei più piccoli, sempre con ironia ed intelligenza. Un microcosmo che va difeso per la boccata di ossigeno che dona. Se poi da questa piccola riserva naturale si può attingere anche un libro fatto bene...ma allora...che aspettate a pubblicizzarlo in ogni angolo remoto della rete!?!?!?! eheheheh (Messaggio esortativo! ehehehe)
Il titolo del libro è "Gustando l'Italia"









Passiamo al secondo episodio.
Sono un lettore del blog TzatikiaColazione da molto tempo. L'altro ieri tra i commenti di un post non mi è sfuggito da parte di una lettrice un complimento per una piccola intervista fatta a tre foodbloggers tra le quali appunto ho poi scoperto che c'era anche Lydia una delle autrici del sito suddetto. L'intervista, nella fattispecie qui a partire dal minuto 10,40, andata in onda su RaiTre è una sorta di dietro le quinte che accenna ai meccanismi nonchè le motivazioni che portano una persona ad aprire un foodblog. Una incursione in questo mondo di web e food insieme molto molto carina.






La cosa che mi ha colpito tuttavia, come anche nel caso precedente, è la gestione a posteriori. Infatti chiedendo a Lydia del perchè non ci facesse un post in merito, raccogliendo la giusta soddisfazione e facendo crepare di invidia qualcuno che invece vive per queste esposizioni mediatiche ehehehe, mi ha risposto che non è nelle 'sue corde' incedere all'autoreferenzialità fatta per sola gratificazione personale.
Tanto di cappello, mi viene da dire. Lei infatti, insieme agli altri autori/rici del blog TzazikiaColazione potrebbe tranquillamente permettersi un regalo del genere, vista la qualità e la bravura che le competono eppure non lo fa.
Alessandra o Lydia non fanno del proprio sito una cassa di risonanza del proprio ego. Molti altri infatti subiscono il blog come mezzo di comunicazione piegandosi più o meno incosapevolmente alle logiche di una piccola o ampia ribalta. Loro invece no anticipano questa tendenza, contenendo con sensibilità e delicatezza tutto ciò che anche automaticamente potrebbe sfociare pericolosamente nella vacua autoreferenzialità. L'importante è che non facciano danni però :P...quindi rispettivamente:
- Alessandra vai con la pubblicità a tutta forza ehehehhe!
- Lydia, pubblica e linka tutte le tue interviste alla faccia di quelle che non l'hanno fatta!!
E poi concedetemi un inciso che nulla apparentemente centra
-"...Milena...(Una finestradiFronte, blog per il quale ho sempre un occhio di riguardo anche quando il tempo è poco...) se mai ti decidessi a fare un libro di ricette, e me lo auguro onestamente perchè non ne posso più d stampare tutto il tuo sito, sappi che vorrei la prima copia autografata e non scherzo!!!!" ahahahahah
- "Acquaviva (di Acquavivascorre) ...per te vale lo stesso...se pubblichi vorrei la prima copia autografata ed alghe kombu in omaggio in allegato, ovviamente! ehehehe :)

26 commenti:

  1. Gentile signor Nellazuppa Gambetto,

    Essendo stato portato a termine l'incarico a lei affidato, la informiamo che, da oggi, può passare a ritirare l'altra metà del pacco dono (pesto, sciacchetrà, focaccia e cappon magro, pure con le aragoste), come da accordi fra fudbloggher d'onore.
    Baciamo le mani
    A.G.
    P.S. in privato, ti uccido... ma prima ti ringrazio: non tanto per il libro, ma per la meraviglia di persona che sei.
    ale

    RispondiElimina
  2. Gent.issima Sig.ra Raravis, nell'arrivare ad uccidermi in privato non le sembra che sia anche soddisfacente prendermi prima a calci, magari aiutata dalla mia dolcemetà che non si perderebbe mai una occasione del genere. Allora si affretti a guarire!!
    PS
    Per il pacco dono da queste parti non è in uso visto che il plico potrebbe contenere esplosivo al plastico ehehehe passerò direttamente di persona a ritirare!! Sarà avvisata da un pizzino ovviamente! ahahaaha :)))))
    Buon we ;)

    RispondiElimina
  3. bellissimo questo post!
    davvero.

    RispondiElimina
  4. Grazie Alem. Questo è un post a cui tenevo, per cercare nel mio piccolo di dare risalto ad un certo tipo di valori ed alla correttezza visto che nel web proprio come nel quotidiano sono entrambi merce rara :)
    Probabilmente potevo scriverlo in modo più accattivante ma se avessi introdotto anche un pizzico di malizia avrei fatto un torto sicuro alle persone che cito...e quindi...
    Grazie davvero comunque! :)))

    RispondiElimina
  5. Mario, sei fantasticooo.
    Che bella sorpresa mi hai fatto.
    Un bacione

    RispondiElimina
  6. E di che. I protagonisti siete sempre e solo voi...è solo un peccato che questo piccolo blog non possa dare il giusto risalto. Da quello che intravedo però non manca molto che qualcuno si possa accorgere di voi in modo più consono di quanto non possa fare io :)
    Per quello un grande in bocca al lupo!!

    RispondiElimina
  7. Gambe', sei grande e hai ragione. La mia socia pseudo-milanese si nasconde, e ha passato il week end a ripetermi: "Che figura, che figura!". Pure la mia socia fiorentina si nasconde e vorrebbe scomparire, e infatti io apposta l'ho spiattellata sul blog, quando hanno parlato di lei, e pure lei ha passato la serata di ieri a dirmi: "Che figura, che figura!". :-)
    Ma figura di che? Sono brave e sono pure persone di valore, connubio non semplicissimo da trovare.
    E comunque io Lydia l'ho registrata: la tengo in pugno! ;-)))

    RispondiElimina
  8. Sapevo di Lydia e mi ero già complimentata con lei, ma lo faccio di nuovo perché repetita juvant.
    Ale bravissima: perchè tacere?
    Noi che ti conosciamo bene, leggendoti ogni giorno con devozione, apprezziamo il tuo valore.
    Non so perché, ma la notizia non mi sorprende, anzi mi piace così tanto come scrivi, le immagini che "dipingi" con le parole, l'energia che cominichi che ti reputo all'altezza anche di un romanzo!!!!!

    Grazie Mario detective per un giorno!

    Commmossa e lusingata ti ringrazio immensamente per la citazione e la stima :-)

    RispondiElimina
  9. Mario che faccio : mi unisco al coro dei grazie o aiuto Ale a preparare il pacco "aragoste incluse"? Scherzi a parte la stima è assolutamente reciproca. Un bacione

    RispondiElimina
  10. @Giovanna
    Ottimo per la registrazione...poi mi spieghi come hai fatto perchè non ci sono riuscito ehehehe :P
    In quanto al valore ed alla bravura hai pienamente ragione. Io non tralascerei anche l'onestà intellettuale di certe scelte che per quanto 'comprensibili' poi ledono alla condivisione di contenuti degni di essere pubblicizzati.
    Almeno così non siamo costretti a 'sorbirci' quelli preconfezionati e più maliziosi ehehehee
    Grazie come sempre! :))

    @Milena
    Meritano entrambe e non da meno te e Acquaviva che se non conosci ti invito a leggere.
    La stima nei tuoi confronti sai che non nasce adesso...vai citata sempre se si vuole far riferimento a chi scrive di cibo&preparazioni distinguendosi per contenuti, eleganza, modo di raccontare, intuizioni in cucina non da tutti ed una tecnica ottima.
    Guarda ti dico oltre, pocanzi pensavo che sarebbe anche divertente 'mettere a nudo' qualcuno sulla rete in modo da bilanciare il fatto che mi espongo unicamente per i 'complimenti'. Se non lo faccio è solo per non prestarmi a giochi di simpatie ed antipatie che sul web danno parecchio da fare a chi ha tempo da perdere ehehehe :)))

    @Daniela
    Ti dico cosa faccio io. Se riuscirò mai a fare una torta Topolino che minimamente si possa avvicinare per somiglianza alla tua Minnie o qualcosa di analogo per il mio nipotino nannerottolo...ti mando la foto di uno dei pochi sorrisi in grado di smussare ogni mio grigiore :)
    Grazie come sempre a te :))

    RispondiElimina
  11. Post fantastico! Ho poco tempo da dedicare alla "navigazione" e per questo motivo ho selezionato pochi blog, che però seguo con passione e continuità.

    Con piacere vedo che tre di quelli che hai citato sono tra questi, probabilmente alcuni valori che entrambi apprezziamo come l'onestà intellettuale, la fantasia ed una certa profondità d'animo traspaiono dalle righe di chi scrive più di quanto gli autori stessi si rendano conto...

    Manca alla mia lista solo il blog di Lydia ma riparerò presto andando a curiosare, dato che non mi era ancora capitato...

    P.s: particolarmente azzeccato il titolo di questo post!

    RispondiElimina
  12. @Virò
    Grazie Virò. Sono contento che ti piaccia il titolo :)
    Sai bene che condivido il tuo stesso approccio. Pochi ma buoni, con o senza alghe! ehehehehe

    RispondiElimina
  13. Hai giustamente messo l'accento sulla differenza che passa tra l'essere ed il semplice apparire. Quest'ultimo paga a livello di visibilità, freddi numeri senz'anima, ma ripaga di ben poche soddisfazioni. Nei blog che hai citato e di cui siamo anche noi estimatori invece si respirano passione e creatività.
    Ci informeremo sul libro, lo troviamo molto interessante!
    Buon fine settimana
    Sabrina&Luca

    RispondiElimina
  14. A sì? E ti sembrano questi i tiri da giocare a chi se ne arriva bella tranquilla sul tuo blog e per poco non resta tramortita?! Tengo pure una certa età... abbi pietà, non mi far prendere certi colpi!
    A parte che sinceramente mi sfuggono i motivi per cui citi anche me, rispetto a meriti altrui ben più ampi e consolidati...
    Daltronde non è che ci si possa aspettare delle scelte totalmente normali da uno che cucina le vongole con lo strutto (ops... era un segreto da non svelare?! Allora dovrai cambiare il titolo del post, mi sa...)
    Grazie dell'adorabile complimento, ad ogni modo.
    E fornitura di alghe giapponesi assicurata a vita...

    RispondiElimina
  15. Sono arrivata qui via Menù Turistico perché incuriosita da una cosa: troppe volte leggendo i tuoi commenti mi sono ritrovata a pensare "cavolo, ma era quello che volevo dire io!" così ho pensato di venire qui a dare un'occhiata e... cosa leggo?
    Esattamente quel che penso anch'io (mi riferisco alla foodblogger piuttosto in vista) detesto i luoghi in cui si respira quella finta aria di casa la cui puzza di marketing supera quella di una carogna. Sono luoghi che mettono una tristezza incredibile.

    Per questo poi il paragone è inevitabile quando ti imbatti per sbaglio in MT :-D
    Ci si sente a casa, Perché l'aria che si respira è pulita.
    E sinceramente l'aria sarebbe stata altrettanto pulita se si fosse pubblicizzato il libro in questione, perché a mio parere non è il parlarne che "inquina", ma come se ne parla.

    Comunque, ci penseremo noi a spargere il verbo! :P

    PS: Grazie per aver menzionato "Tzatziki a Colazione" perché era un link che avevo perso quando il mio vecchio pc mi ha lasciato a spasso!

    Non conosco "Una finestra di fronte" ma andrò a dare un'occhiata anche lì ;-)

    Infine vorrei dire una cosa ad acquaviva:
    (che non conosco, ma che riconosco, perché ho avuto modo di leggere qualche suo commento da qualche parte nella blogsfera) apprezzo moltissimo l'approccio antropologico di alcuni dei tuoi commenti, è un piacere leggerti :-)

    Tornando al libro, grazie per aver fatto la spia, mi attiverò anche io! :P

    RispondiElimina
  16. @muscaria: grazie mille! Oggi è proprio il giorno dei complimenti...
    Curioso il tuo blog, non lo conoscevo ma ora mi ci dedico un po'...

    RispondiElimina
  17. E menomale che ci sei tu a svelarci i segreti :-).
    L'unica cosa che non sapevo era il libro di Alessandra e ne sono felicissima, si deve andare a caccia di qualità, sempre più rara
    Questri blog li conosco bene (e a volte anche gli autori di persona ;-) e non posso che sottoscrivere in pieno.
    Hai scritto un bellissimo articolo molto profondo e pieno di "sapore".

    RispondiElimina
  18. Gambetto uno splendido post! Grazie per tutte queste preziose segnalazioni! Buona serata Lauradv

    RispondiElimina
  19. Caro Mario,
    ancora una volta la tua capacità di leggere tra le righe mi fa sorridere: di soddisfazione. Perché mi conferma che chiunque faccia con passione un lavoro di qualità, alla fine viene riconosciuto per quello che è: una persona seria.
    Non si vede per quale motivo questa regola dovrebbe non valere per i foodblog, soprattutto in un momento come questo, di attenzione spasmodica (e io ritengo perfino eccessiva) verso tutto ciò che è cibo...
    La cucina è di gran moda: i cuochi si atteggiano a designer, la gente è disposta a spendere mezzo stipendio per un corso che insegna come fare un risotto decente, e in tanti sperano in una ribalta per il loro ego ipertrofico. Per fortuna anche i blog non sono tutti uguali, e le eccezioni (neppure tanto rare) allargano il cuore e sollevano lo spirito.
    Grazie, dunque, per aver dato lo spazio e la pubblicità che meritano a persone serie, appassionate, e nient'affatto inclini all'autocompiacimento via Internet che sempre più ci viene inflitto a dosi massicce, ogni giorno.
    Un saluto affettuoso,

    Sabrine

    RispondiElimina
  20. @Luca and Sabrina
    Concordo. La scelta deve essere qualitativa e non quantitativa!
    Grazie come sempre a voi! ;))

    @Acquaviva
    Diciamo anche con una certa sincerità che certe "mazzate" le prendiamo noi dai tuoi racconti, pacati e sferzanti al tempo stesso. Incisivi e delicati.
    Hai la dote non comune di tramutare in immagini quanto scrivi, di dare spessore agli accadimenti quotidiani, di trasformare le parole in farina, quella che non va via facilmente però ;)
    In cucina ...nemmeno a parlarne...di una precisione unica e con notevole fantasia nelle realizzazioni, fusion e non.
    Questo, anche se scritto in tutta velocità dovrebbe già in qualche modo rendere il livello qualitativo del tuo blog
    Le vongole con lo strutto invece sono un effetto collaterale del lasciarmi coinvolgere dalle tue incursioni fatte anche di molluschi bivalvi affondati nel burro!! ahahaha
    Per il titolo del post...mi sa che hai perf ragione!!! hihihi

    @Muscaria
    Ciao Muscaria...ti leggo spesso nei commenti e non posso che confermarti ulteriormente il mio essere in linea con le considerazioni che hai lasciato pocanzi.
    Non mi piace tanto la critica quanto prendere spunto da questa per guardare al meglio, ed è in pratica quello che ho fatto con questo post. Meglio esser chiari, il blog di Alessandra&Daniela ha un valore oggettivo che prescinde dalle mancanze altrui ma almeno era per me l'occasione per gettare una monetina nello stagno.
    Non ci crederai ma qualcosa si è mosso davvero con mia somma sorpresa.
    PS
    Sono contento di aver ospitato un tuo commento qui ;)
    PP.SS.
    "Una finestra di fronte" è un blog eccezionale non perderlo!

    Grazie ancora


    @dada
    Grazie Dada :)
    Io invece non conosco da vicino nessuna delle persone che ho citato ma mi basta la stima maturata nel frattempo ;)
    Grazie anche a te per il contributo!

    @Lauradv
    Laura, grazie a te :)
    Mi piace da sempre il tuo stile schietto e senza sovrastrutture qualità che non è facilmente reperibile sul web.
    CHe tu sia anche una brava cuoca va da sè per quello che pubblichi, ma certi "ingredienti" non si comprano da nessuna parte
    e quindi tanto di cappello anche al tuo non avere forma di soggezione alcuna.
    Un abbraccio affettuoso :))

    @sabrine d'aubergine
    Condivido in toto e faccio mie le tue parole perchè così bene non saprei scriverlo! ehhehehehe
    Detto da te, poi, che per questo blog nostro hai un valore aggiunto speciale non può che farmi fare un bel sorriso!
    Un saluto affettuoso da entrambi e grazie come sempre! ;))

    RispondiElimina
  21. bravo gambetto bella indagine, visto che food blogger da urlo che abbiamo

    RispondiElimina
  22. Già. Da andarne fieri direi! :))

    RispondiElimina
  23. Grazie Gambetto, è un piacere avere scoperto il tuo blog ;-)

    (E ovviamente, concordo in tutto e per tutto con quello che hai detto)

    RispondiElimina
  24. Grazie a te invece per essere qui! :)))

    RispondiElimina
  25. Leggo in ritardo ma concordo su TUTTO!

    RispondiElimina
  26. Grazie a te per avermi fatto sapere del tuo assenso in merito!
    Graziedavvero :))

    RispondiElimina