martedì 19 aprile 2011

Parfait nocciola e zabaione al passito














Il mio rapporto con la tecnologia non è conflittuale ma guardingo, con buona probabilità lo definirei con affetto "temporalmente asimmetrico" in quanto viaggio costantemente indietro di qualche generazione tecnica.
Presumibilmente la ragione è famigliare ma non solo.
In casa, il primo videoregistratore VHS ha fatto il suo ingresso attraverso un regalo fatto da MrPink in occasione di un mio compleanno quando contemporaneamente nello stesso periodo veniva presentata in tutti i reparti di elettronica dei grandi magazzini la tecnologia blu-ray. Mai regalo poteva essere più gradito per quanto superficialmente potesse essere bollato dai più come fuori-tempo, se non addirittura un saldo di stagione, cosa non vera in quanto MrPink da vero amico quale era 'sapeva'...e mi dava in quel modo, finalmente, l'occasione per potermi godere una cassetta VHS originale di un concerto dei PinkFloyd, mai vista prima, che avevo acquistato pur senza avere un videoregistratore molti anni addietro, per chiudere al meglio il giro dei ricordi che avevo 'messo su' presenziando felice&fetente ad una delle loro ultime esibizioni in Italia.
A ben vedere quindi forse la regola non scritta è quella per la quale io salto sempre regolarmente due generazioni tecnologiche.
La telefonia non fa eccezione.
Il mio telefonino è monocromatico, monofonico, monofunzione, esteticamente monotono, ma decisamente monolitico nel suo riprendersi dalla caduta quotidiana che lo vede puntualmente ridursi in quattro parti, la batteria, il frontalino, la mascherina che chiude il retro ed il tastierino consunto di gomma. Ho notato che siamo in tanti ad averlo anche se nessuno è italiano all'anagrafe e questo è rilevabile ad una semplice quanto superficiale constatazione visiva quotidiana. Ho scoperto che infatti è il modello più posseduto dagli extra comunitari. La considerazione non è una congettura comica ma una acclarata certezza che non vuole essere minimamente offensiva, tutt'altro...la cosa mi rende fiero perchè vuol dire che parliamo di un modello che pur essendo di fascia decisamente economica è gettonato proprio per il suo essere affidabile, Vox-populi, vox Dei.
Certo i contro ci sono. Puntualmente devo ricordare all'amico di turno che non posso vedere mms malgrado mi abbia mandato tutta la galleria fotografica del figlio che si smutanda ad una festa davanti agli amichetti per mostrare i nuovi slip dell'uomo-ragno, non posso scattare foto, non posso leggere mail, non posso vedere se qualcuno ha commentato il blog, non posso impostare una suoneria personalizzata con tanto di Raffaella Carrà che canta "...come è bello fal l'amore da Trieste in giù..."...insomma sono diversamente reperibile con il mio cellulare...paradossalmente solo telefonicamente.
Però volete mettere la soddisfazione di vederlo cadere...e continuare a sorridere piuttosto che mummificarsi all'istante come mi è capitato di vedere quando a deflagrare al suolo erano smartphone ultrapiatti o gli 'i-qualsiasi-cosa'.
In pochi millesecondi ho visto pacchetti di soldi volare via...insieme ad un quinquennio buono della saluta mentale del soggetto...comprensibilmente trasfigurato in volto, udito teso a carpire in quanti pezzi si sta decomponendo quel compendio di led ed intelligenza artificiale, occhi rivolti al cielo che non osano guardare cosa possa essere successo li sul pavimento, labbra leggermente dischiuse e nell'aria la sua litania malinconica, una sorta di nenia pacata nel ritmo ma non nell'intensità, quasi fosse al rallentatore...che mi ricorda sempre quel canto del pastore errante dell'Asia...peccato che non ci sia alcuna nota poetica in quelle parole sussurate, nessuna divinità da ringraziare per il creato...ma solo imprecazioni su defunti e santi per ciò che certamente non è più...
Non provo soddisfazione in merito, sono sincero, tranne certo in casi di comicità non voluta come quello di MrCloud che a mare con l'acqua che gli arrivava già alla pancia e lui ciondolante con circospetto per il freddo, ha sentito nella tasca oramai sommersa del pantaloncino-costume l'ultima vibrazione di vita del suo cellulare. La corsa verso la riva e l'inutile rianimazione stile bay-watch alla sim-card è avvenuta nelle più paradossali delle situazioni...gli amici che lo prendevano per i fondelli...la attuale moglie che ha fatto finta di non conoscerlo, qualche genitore che chiudeva con le mani le orecchie del figlio per non fargli sentire tutta quella serie di "porca qui" e "porca li" ed un bagnino poco distante che aggiornava con una croce sul calendario la propria statistica di telefonini affogati per quel mese in quel 'temibile' tratto di mare.
Altrettanto sinceramente però posso dire che in queste occasioni benedico il giorno nel quale ho scelto quel tipo di apparecchio no-optional, no-global, no-party...ma anche decisamente no-calendario...nel senso che non ho bisogno di rivolgermi ad alcun santo qualora dovesse cadere.
Un pò di tempo fa ho dovuto fare una scelta similare sempre in ambito di telefonia, anche se in particolare per quella casalinga.
L'opzione era avere un pacchetto tutto compreso, internet, più linee telefoniche, piu numerazioni in ingresso ed in uscita, traffico voce e dati flat a sbafo, contenuti pay-per-view e mille altre opzioni mirabolanti che nemmeno ricordo o in alternativa il semplice doppino telefonico senza nulla altro.
La mia scelta valutata come preistorica da tutti è stata il solo doppino, quel buon vecchio cavetto di rame, denigrato da recenti tecnonologie trasmissive che consentono di usufruire decisamente di opzioni a valore aggiunto di certa appetibilità...eppure durante un recente ed improvviso blackout durato per qualche ora i più non solo vedevano le batterie dei diversi smartphone con i quali si facevano inizialmente luce, calare in modo preoccupante (la autonomia è pur sempre ridotta...) quanto non avevano la possibilità di usare le cosidette 'linee fisse' per via della mancata alimentazione dei modem attraverso i quali passa tutto ciò che rientra nel pacchetto "all-inclusive home".
Il fatto che io potessi tranquillamente telefonare all'azienda dell'energia elettrica per mandarli a cag...senza dover far i conti con alcuna batteria ha rivalutato con il senno di poi quella scelta che di per se non è di fatto ne buona ne cattiva. Come tutte le cose, dipende dal singolo.
Il mio rapporto con il 'nuovo che avanza' infatti non è, ne ha le pretese di essere migliore, tutt'altro è solo un tipo di approccio che può o meno essere condivisibile. E' un modo semilucido di giudicare i benefit di un prodotto sulla bilancia delle esigenze personali. Preferisco non vedere la foto del mio amico che si è fotografato da solo dopo essersi addormentato al sole inebetendosi in modo direttamente proporzionale alla gradazione di rosso raggiunta dalla pelle per l'insolazione (ed è stato dura dover aspettare lo confesso...) piuttosto che temere la caduta accidentale del gingillo iperaccessoriato.

Probabilmente cerco solo di evitare le fragilità aggiuntive insite nelle nuove tecnologie che creano contesti virtuali iper-reali al quale facciamo un pò troppo affidamento ma che nel momento in cui si mostrano con tutte le proprie fragilità insite ma ben nascoste mettono a nudo anche le nostre, svelando da un lato corazze di bit troppo fragili e dall'altro punti di riferimento troppo instabili per le nostre emotività già compresse dal senso di competizione quotidiano.


Passiamo a questo punto alla ricetta.
Questo dolce è stato pensato mettendo insieme un pò di idee che porto con me da tempo. Nel passare di blog in blog, infatti, quando lascio un commento del tipo "grazie per lo spunto" intendo proprio quello e cioè il grazie per avermi suggerito un qualcosa che prima o poi, proverò a fare mio.
L'idea che gli gnocchi potessero essere una sorta di cialda è stata l'ispirazione portante e quindi senza ritegno ho attinto dalla ottima MariaPia del blog LaApplePieDiMaryPie modificando la sua ricetta con qualche accorgimento tecnico per avere un impasto che meglio si addicesse ad un dessert (texture più aerea incorporando aria con un mixer ad immersione e con un albume aggiuntivo alla lista di ingredienti, variando sull'aromatizzazione al Cointreau).
Poi il cremoso di Aimo e Nadia Moroni, quale riferimento migliore se non quello appunto di una delle basi usate per i dolci del loro ristorante...
La variante è quella (voluta in questo caso) dell'uso di pasta di nocciole preparata 'rozzamente' in casa in modo che la maggiore granularità data da un mixer non professionale giocasse un ruolo decisivo nella consistenza finale, dandole quasi una densità tendente alla bavarese e quindi a maggior tenuta.
Per lo zabaione invece, ho fatto un atto di fede in Stefania per una ricetta che non avrei mai adoperato se non avessi avuto prima il suo benestare. Ognuno ha i suoi cuochi preferiti ovviamente e non essendo quello di questo zabaione uno in cima alle mie, ho capitolato sul giudizio di ArabaFelice del quale mi fido ciecamente. Alla fine devo dire che sono stato davvero contento e la crema allo zabaione usata (resa per il dolce in questione meno decisa al palato con aggiunta di panna) mi ha confermato che Stefania è una garanzia e che io qualche volta devo vincere le mie naturali simpatie/antipatie verso chi invece fa lo chef di professione :P
Detto ciò, a seguire trovate questo Parfait nocciola e zabaione al passito, il cui assemblaggio finale è avvenuto a 4 mani con la mia ragazza. Spero che le foto possano rendere il gusto...per il resto invece (soprattutto per le imperfezioni delle singole componenti...) c'è da lavorarci ancora.
Ancora grazie comunque a chi ha contribuito a questo piccolo dessert e cioè MariaPia e Stefania nonchè la pubblicazione del Corriere della Sera in merito alla ricetta di Aimo e Nadia Moroni.
Tra le foto ne ho inserita anche una con la crema non stemperata nella panna, mi piaceva provare i diversi abbinamenti di gusto e quindi perchè no! :P
Al palato questo dessert richiama il classico parfait ma non in modo monotematico perchè palesemente c'è in più il gioco delle differenti consistenze e dei diversi richiami, le note di cioccolato degli 'gnocchi' con la punta dolcemente alcoolica dello zabaione appunto. A far da protagonista ovviamente il cremoso alla nocciola di Aimo e Nadia Moroni.
E'da provare...non aggiungerei altro :)
Con questo parfait partecipo all'MT Challenge del mese di Aprile :)


Cremoso alla nocciola di Aimo e Nadia Moroni (Tratto dalla Cucina del Corriere della Sera)
2.6 dl di panna:
4 tuorli;
60 gr. di zucchero;
100 di pasta di nocciole fatta in casa (100 gr. di nocciole ridotte a crema con un cucchiaio raso di zucchero ad alta solubilità);
4 gr. di gelatina;

Preparare il cremoso montando i tuorli con lo zucchero, incorporare la pasta di nocciole, poi unite la panna bollente, mescolando. Cuocere fino a raggiungere i 118° gradi. Togliere dal fuoco, unire la gelatina ammorbidita e strizzata e far raffreddare in frigorifero per almeno un paio di ore in stampi di silicone.
Nota
Se si desidera invece un cremoso classico e meno tendente alla bavarese usare una pasta di nocciole comprata dalla granularità pressoche infinitesimale rispetto a quella fatta in casa ed usare solo 2,5 grammi di gelatina.

Gnocchi al cacao e Cointreau
400 gr. di latte intero;
125 gr. di semolino;
100 gr. di panna fresca;
25 gr. di zucchero;
12 gr. di cacao;
2 tuorli + un albume non montato;
3 cucchiaini di vaniglia;
5 cucchiai di Cointreau;

Si porta ad ebollizione il latte con la panna, lo zucchero, il cacao, i 3 cucchiaini di concentrato di vaniglia ed un pizzico di sale.
Una volta che inizia il bollore si versa il semolino a pioggia mescolando continuamente facendolo cuocere per circa 10'logicamente mescolandolo con continuità.
Una volta tolto dal fuoco si incorporano i 2 tuorli, l'albume (leggermente sbattuto con la forchetta) i 5 cucchiai di Cointreau e con un mixer ad immersione si rende il composto omogeneo. Soprattutto con un movimento verticale dello stesso si cerca di incorporare quanta più aria e possibile in modo che in cottura sia migliore (c) la texture del semolino.
A questo punto si stende l'impasto su una teglia (la mia tonda) coperta con carta forno leggermente imburrata.
In forno quindi, ripiano medio a 140 gradi per 50 minuti;
Una volta sfornata e raffreddata usare dei coppapasta tondi per ottenere dei dischetti che ben possano combaciare con il 'tortino' di cremoso.

Crema allo zabaione
175 gr. di zucchero semolato;
125 gr. di tuorli (circa 6, ma ovviamente il riferimento è il peso);
32,5 gr. di farina;
200 gr. di Marsala secco;
50 gr. di passito di qualità con poca acidità (da preferire quelli dal retrogusto fruttato deciso...);
250 gr. di panna fresca + un cucchiaino di zucchero a velo;

Si montano i tuorli con lo zucchero e la farina fino ad ottenere un composto chiaro e spumoso compatibilmente con la percentuale di ingredienti secchi aggiunti fino a quel momento.
In una casseruola dal fondo spesso quindi riscaldo a fiamma lenta il marsala ed il passito, per poi versarci i tuorli lavorati in precedenza.
Si procede quindi a fuoco lento, girando con la frusta a mano cuocendo fino al primo bollore.
A questo punto si alza la casseruola dalla fiamma e si lascia raffreddare continuando tuttavia ancora a mescolare con la frusta.
A parte si monta invece la panna con il cucchiaino di zucchero a velo. Quest'ultima verrà poi aggiunta alla crema di zabaione incorporandola per darle la corretta consistenza ed anche per una resa al palato che sia leggermente meno incisiva perchè la crema di suo ha un gusto molto deciso che va smussato per il dessert in questione.

Assemblaggio
Porre su un foglio di carta forno (in modo da poterlo poi spostare con faciltà nei piatti che verranno usati per servirli) il dischetto di base di semolino di cacao, mettere un cucchiaino abbondante di crema allo zabaione al centro e riporre con delicatezza sopra il cremoso alla nocciola facendo in modo che la farcia si distribuisca uniformemente. Chiudere con un dischetto di semolino e decorare a piacere con la restante crema di zabaione che va necessariamente aggiunta perchè per quanto se ne possa mettere nello strato intermedio anche per il meno goloso dei vostri commensali non sarà mai sufficiente.



38 commenti:

  1. Ho letto il post, prima annuendo (anch'io ho un mono-fonino), poi sorridendo (anche il mio, di cognome, fa Lazzaro, viste le volte in cui si è alzato e ha ripreso a camminare) e poi sbellicandomi dalle risate, alla scena della vibrazione subacquea e rianimazione successiva.
    Poi, ho visto la ricetta. E passare dal sorriso alla paresi è stato tutt'uno.
    Per cui, ora son qui che sto pensando a cosa fare: se chiamare un esorcista, che ti liberi dal demone di Careme che si è impossessato di te oppure se autoinvitarmi sfacciatamente, assicurandoti che a mani vuote non arrivo (porto sempre il marito e la creatura). Appena mi passa la paresi, decido...
    MA GRANDE MARIOOOOOO
    ale

    RispondiElimina
  2. davvero molto molto particolare questa ricetta, adoro il semolino nei dolci, oltretutto perchè mi ricorda da piccola quanto me ne mangiavo direttamente dalle pentole, con il cioccolato deve essere divino...ci si becca all'mt...!baci

    RispondiElimina
  3. Ho riso molto, un giorno non lontano capirai perchè

    RispondiElimina
  4. Come te sono uno dei pochi ad usare il telefonino per telefonare.
    Lo ricomprai tempo fa e con rammarico scoprii che il modello spartano a 19,90€ aveva il display a colori... insomma il monocromatico non lo fanno più, sei avvertito!! ;-PP

    Il dessert di oggi è veramente oltre, mai avrei pensato ad un tale utilizzo di gnocchi dolci ;-)))
    Buona giornata!

    RispondiElimina
  5. Mario, i tuoi post sono al contempo divertentissimi e stimolano la riflessione. Questo è bellissimo e credimi, molti di noi si rispecchiano in quanto scrivi sul rapporto con la tecnologia. Ho pianto (quasi) quando ho dovuto abbandonare il mio Nokia 3310 per un modello leggermente più tecnologico, perché quello cadeva e si ricomponeva, questo si ricompone ma ci rimette sempre qualche frammento di plastica ed è tenuto insieme con lo sputo. :-)))

    Quanto a me come fonte di ispirazione, passo: la ricetta è talmente strepitosa che smentisco assolutamente di averci avuto a che fare: io copio, tu crei... e che creazioni magnifiche!!!! :-p

    RispondiElimina
  6. E ALLORA, uomo tecnologicamente non avanzato (mi ricordi straordinariamente il mio amato bene!) dal pollice nero e dalla scarsa manualità (parole tue, tengo a precisare!) ma che razza di genialata hai tirato fuori!!!! sono ammiratissima e pure un po' invidiosa perchè tu lo hai mangiato e io (ancora) no!!! Ovviamente una parte del merito va alla magica signora Gambetto che certamente ti avrà amorosamente guidato fino al raggiungimento di tanta bontà!!! :-))))
    In ogni caso, come non ti stancherò mai di ripeterti, sei MAGICO!!! Baci e buonisima giornata anche ad omonima
    Dani

    RispondiElimina
  7. Le comprendo, amo mi pequeño y anticuado telefono móvil, nadie me lo hará cambiar hasta que se caiga a trozos. La receta deliciosa, como siempre. Felices pascuas!

    RispondiElimina
  8. Quando ho letto "con questo parfait partecipo all'MTC di aprile" ho pensato "è uno scherzo?" aprile 2010? dove sono gli gnocchi o almeno il semolino? poi leggendo la ricetta, l'ho trovato, certo che ce ne vuole di fantasia o perversione culinaria?!!
    Anch'io attingo spesso alla raccolta del Corriere della Sera e poi pesco qua e là nei blog e faccio dei gran mix :-)
    E a proposito delle esilaranti gag da storie di ordinaria tecnologia, vuoi sapere che fine ha fatto un fantastico telefonino monolito/Lazzaro che resisteva ad ogni urto? Ebbene non ha retto all'impatto dell'acqua, quella del cesso però! Preferisco sorvolare sul come e perchè è volato nella tazza ma si può solo immaginare.....
    Buon mtc, io sono in alto mare....

    RispondiElimina
  9. Dopo questa creazione non osare mai più parlar male del tuo neurone: sarà anche monoabitante del tuo cervello e monosuggeritore di idee ma ogni suo pensiero ne vale un milione!

    RispondiElimina
  10. una ricetta davvero perversa.... comunque nessuno mi toglie dalla testa che c'è del piemonte nel tuo modo di concepire i dolci... :)
    per una volta mi dissocio dall'antitecnologismo... a me piace smanettare, mi piacciono i "giochi nuovi" e cercare di capire come funzionano... specie se costano comunque meno di 100 euro... l'urlo di Munch da "ommioddiomisistaperspaccarein2l'ifofortaccscri" è fantastico... la scena più bella a cui ho assistito? un tipo tutto preciso che ha visto cadere il suo sottilissimo smart da millemila euri direttamente nella sottilissima grata di un tombino... a farlo apposta non l'avrebbe mai centrato ;)

    RispondiElimina
  11. Ho capito: sei per il...vecchio che avanza :-)

    Scherzo, e' che mi sono rotolata dalle risate leggendo del telefonino monoqui, monoli', fino a monolitico che mi ha steso.
    Il colpo di grazia e' arrivato dopo.
    Da dove diavolo hai tirato fuori questa cosa sopraffina.
    Santo cielo, il semolino sta per diventare l'ingrediente chic dei prossimi anni, e ne sarai colpevole anche tu!

    Grazie per la fiducia e aver provato lo zabaione del, ehm, noto tizio in questione ;

    RispondiElimina
  12. @Alessandra (Raravis)
    Con me purtroppo ho un solo demone quello del rompiballe e per questo non c'è stato bisogno di alcuno studio approfondito o osservazione attenta :P ehehehhehehe
    Qui siete sempre i benvenuti e lo sai...certo io avrò bisogno di uno psicoterapeuta che mi guidi all'incontro visto che sarà tremendamente strano vedersi dal vivo...ma per il resto sepoffà...al massimo sostituisco lo psicoterapeuta con un buon vino dolce! :D ehehehehehe
    PS
    Il dolce è pieno di difetti estetici come potrai ben notare...ma se già questi sono presenti in preparazioni note immaginati quando improvviso con gli abbinamenti...:P ehheeheheh

    @Sulemaniche
    Per me invece è stata la prima volta del semolino in un dolce :P
    Confesso che l'MT mi piace proprio per questo...mi stimola laddove per inclinazione personale non arriverei mai...poi invece c'è anche lo spazio per ricredersi :)
    Grazie davvero e ci vediamo all'MT off-course! :D

    @Lydia
    Qualche sospetto lo ho però...:PP

    @Nanninanni
    Ma tu lo sai che ho provato a comprare il mio modello e non l'ho più trovato disponibile se non sul web ma usato o a prezzi esorbitanti per via di un baco riconosciuto che ti agevola per alcuni tipi di truffa :P
    Certo che a saperlo...ne facevo una piccola scorta di riserva per tempi più duri :D ahahhahahahaha
    PS
    Il dessert è solo una idea...sai quando ti girano un paio di cose in testa che vuoi provare e trovi l'incastro per farle combaciare...senza pretesa alcuna ovviamente :)
    Sul piano della presentazione li invece non sono solo lacune...mi mancano proprio le basi! ehehehehehehehe

    @Mapi
    MaPi è tutto partito da te, c'è poco da fare :) Quando scrivo, anche ripetutamente "grazie per lo spunto", è sempre vero, fotografo mentalmente e poi nell'occasione qualche ricordo viene anche fuori, se poi la ricetta viene da una mano sicura quale la tua allora mi sento anche libero di divertirmi a cambiare in corsa perchè so che tutto si fonda su basi solide. Il parfait è stato decisamente una botta di cul...credimi o più che altro il desiderio di non postare qualcosa di salato :)

    @Daniela
    Mi hai fatto una foto pur senza che tu abbia l'immagine, non c'è molto da aggiungere :)
    Per i meriti hai perfettamente ragione.
    Ti spiego come 'gira il fumo' in queste occasioni :P
    Io:"Hai visto per il nuovo MT ci sono gli gnocchi...a me però non va di rifarli salati che dici?";
    Lei:"Si hai ragione, magari una altra volta...";
    Io:"Che dici avevo pensato di rifarli al cioccolato...magari con un liquore e quel cremoso che voglio assaggiare da una vita..."
    Lei:"Mhmm...si ma ci vuole qualcosa che lega...che dici lo zabaione che tra l'altro mi va anche...poi casomai non lo usiamo..."
    Io:"Andata!..."
    Lei:"Si ma non le lavo io tutte le pentole poi eh!"
    Io:"Vabbeeeene!"(hihihihihi) :P
    Commento più, commento meno...va così :)
    PS
    Grazie sempre di esserci :)

    RispondiElimina
  13. @Odile
    Es cierto, el valor sentimental de los objetos que nos acompañan en quotidianetà a veces en exceso de su tecnología:)
    Gracias como siempre a estar ahí
    PS
    Speroc que el traductor no escribo tonterías
    Feliz Pascuas y hasta pronto

    @Poverimabelliebuoni/insalata mista
    Noooooooo! L'acqua del water nooooo! :P ehehehehehe
    Fossi in te ci farei un bel post! :D
    Per la ricetta grazie davvero...il merito è soprattutto delle fonti, Stefania e Mapi in primis e devo dire anche della raccolta del Corriere della Sera, quest'ultima merita decisamente per affidabilità e soprattutto per spunti interessanti.
    PS
    Buona navigazione... ;P

    @Virò
    Gambetta a questa tua osservazione risponderebbe che probabilmente è anche vero solo che se...una su un milione è il parfait....le altre novecentonovatanovemilanovecentonovantanove sono delle grandissime rotture di balle!!! :D ahahahahahahahahaha
    PS
    Effettivamente...:DDD

    @n.
    Una "ricetta davvero perversa" non me lo aveva mai detto nessuno e devo dire che la cosa mi ha fatto decisamente sorridere :)
    In merito al Piemonte chiederò meglio in famiglia ma occhio e croce al di la di un ramo della famiglia che ha origini portoghese, siamo tutti da un bel pò di generazioni sotto la linea del Garigliano :P
    Però approfondisco di certo ;)
    PS
    La scena alla quale hai assistito mi sa che è davvero unica nel genere. Una curiosità però me la devo levare...il tipo tutto preciso è rimasto tale anche in quel frangente o si è dimenticato di tutto ed ha cominciato ad imprecare verso chiunque si avvicinasse??

    @Arabafelice
    Io sono il 'vecchio' in verità e nemmeno avanzo...piuttosto arranco! :D ahahahahahaha
    Per la ricetta invece non è nulla di che...è solo l'incontro del desiderio di fare qualcosa di diverso combinando spunti differenti. Se vedi bene le foto infatti l'impronta rustica del sottoscritto rimane e questo se da una parte è un rammarico dei miei naturali limiti dall'altra è anche la firma originale di chi ci ha comunque provato.
    D'altra parte l'MT è bello proprio per questo, ti offre la possibilità di variare sul tema...se invece qualcosa mi è costato è ammettere che quella crema fosse buona :P ahahahhhahaaha
    Scherzo ovviamente...ma almeno sono stato sincero! :P ehehehehehehe

    RispondiElimina
  14. Alzo la mano anche io sul "diversamente tecnologizzata"... ma penso che se non si fosse così, non ci si capirebbe così tanto!!! A casa mia però ci ho un marito e tre figli al passo con la storia e quando mi introducono all'era moderna, mi stupisco anche io di quanto mi piaccia!!! Il mio telefono fa un sacco di cose, ma io ho accetato di cambiarlo solo perché avevo scoperto che c'era la radio e che quindi potevo sentire il Ruggito del coniglio andando a scuola...
    Per il resto, soprattutto per i dolci, mi sembri assolutamente all'avanguardia e se ogni mese ho pregato e supplicato di farmi vincere, dopo questa ricetta, non posso che mettermi il cuore in pace e non sperare, perché so già come finirà! ;)
    Chapeau!

    RispondiElimina
  15. Io invece credo di essere peggio di tutti perchè con me tutta la tecnologia mobile (= telefonini) smart o non smart fa sempre la stessa fine: o 1) non sopravvive o 2) me ne dimentico.
    1) Ai telefocidi posso ascrivere fra i più eclatanti: triplo salto mortale dal balcone e lavaggio in lavatrice.

    2) Se vuoi parlare con me, non mi chiamare sul cellulare perchè io e il telefonino siamo compagni separabilissimi: se sono in giro, lui è a casa...se sono a casa lui è da qualche parte e io non lo sento.
    Se a tutto questo aggiungo di possedere ben due cellulari,uno italiano e uno inglese...il dramma è doppio.

    Per la ricetta, 'sti ca..i!!! (che tradotto è mi..ia che bravo!!!)

    Un tecno-sorriso,
    D.

    RispondiElimina
  16. che composizione!! vedere queste cose appena mattina dopo uno yogurt magro mi danno conforto, adesso per tutto il giorno me lo sogno :-)
    Scherzi a parte è un gran bel lavoro complimenti un magnifico dessert.
    Sulle nuove tecnologie anche io sono alla base, scelgo sempre i modelli base sono unico che non ho wi fi nel mio condominio

    RispondiElimina
  17. Ho letto ieri la prefazione e ammirato la ricetta che solo oggi riesco a leggere con la dovuta attenzione ......
    Per una volta concedimi di commnentare solo il parfait che trovo fantastico, per "costruzione", tecnica (la pasta di nocciole "volutamnete granulosa" è super), presentazione (il bicchierino con lo zabaione è ASSSOLUTAMENTE necessario a completare il godimento), ecc.......
    Chapou!!!!!!!!!!!!!!
    Per me tu (e ovviamente Daniela) sei il vincitore assoluto dell'MTC!

    RispondiElimina
  18. @Fantasie
    Sono un affezionato di RadioDue...purtroppo il "Ruggito del coniglio" non posso ma in altre occasioni cerco di ascoltare Caterpillar, più raramente invece "Un Giorno da Pecora"...
    Ah c'è anche "SeiUnoZero"...vabbè mi taccio, ci siamo capiti :P ehheheheehe
    PS
    Io all'avanguardia! ahahahahahhaha
    La mia lei è convinta che io sia una reincarnazione del Medioevo per quando sono poco proiettato verso il futuro :P
    Ok, prendo la tua frase a prestito per svecchiarmi un pò ti dispiace?! :P

    @Diletta
    Incompatibili non tecnologicamente ma logisticamente...mhmm...interessante...un caso da studiare anche il tuo :P ehehehehhe
    Se ognuno come te confessasse le proprie pecche qui potremmo tirarci fuori un corso di auto-aiuto per analisi di gruppo di persone che non vivono bene con i propri elettrodoemstici! :P ahahahahahaha
    Per la ricetta...credimi...anche se IMMERITATO...mai avevo avuto un complimento così! Sto ancora ridendo e tu sei troppo buona con me :)

    @Günther
    Guarda mi sa che all'ora nella quale hai scritto il commento anche io ero con uno yogurt...ma di quelli un pò più golosi con crema di latte...insomma si capisce che anche di mattina se posso viro al dolce per 'accontentarmi'?! :P ehehehehe
    PS
    Io il wi-fi non so nemmeno come è fatto, serio e non scherzo :D

    @Milen@
    Troppo buona, serio :)
    Il parfait è stato davvero la combinazione fortunosa di un pò di abbinamenti tra di loro, nulla altro e lo dico con estrema sincerità. Invece ti svelo il retroscena sullo zabaione...
    Visto che ne avevo fatto un pò...mentre invece i parfait assemblati erano giusto 6 contati per una cena...con i dischi di cioccolato avanzato ci abbiamo proprio fatto la scarpetta nella bastardella con la crema di zabaione :P
    Faceva ridere sul serio il contrasto...da una parte l'approccio concentrato a mettere su le monoporzioni e dall'altra parte io che mi calavo con il viso nella bastardella per pulire il fondo! :P ahahahaahahahaah
    Grazie sempre! :)

    RispondiElimina
  19. Non so perché, ma capisco benissimo le dinamiche incontrollabili che portano a simili gesta!!!
    Forse perché tra golosi le parole sono superflue?

    RispondiElimina
  20. @Milen@
    Hahahahaha...pescato con le mani nel sacco! :DDDDD

    RispondiElimina
  21. Ma adesso quindi posso ricattarti a vita con la storia della crema che PURTROPPO ti e' piaciuta? :-))))

    RispondiElimina
  22. @Arabafelice
    Ehm..beh...mhmm...mumble mumble...emhmmm...si!...purtroppo si! :D ahahahahahahahaha

    RispondiElimina
  23. non ci crederai, ma il tipo ha dimostrato un sangue freddo davvero incredibile... probabilmente non sapeva se ridere o piangere... o forse molto semplicemtne ne avevacosì tanti che perdere un telefono da 500 euro non comporta poi una gran perdita... mah... peròè stata una scena davvero tragicomica... a rallentatore e con tanto di tentativo di presa dell'ultimo momento... da film! :)

    RispondiElimina
  24. Complimenti e' spettacolare la tua presentazione, mai mangiati nei dolci il semolino, davvero interessante! ciao

    RispondiElimina
  25. senti... ti offendi se passo sopra tutta la spassosa narrazione della tecnologia che arretra e mi incaglio prima sul concerto dei Pink Floyd (perchè un cuore ed un vhs ce li ho anche io...) e poi su una ricetta che ammiro soprattutto per l'equilibrismo con cui sei riuscito a stare perfettamente nelle regole canoniche pur facendo totalmente i c...i tuoi?!

    RispondiElimina
  26. Cavolo, ed io che credevo di essere l'unica a girare con un cellulare mono tutto (che sono andata a cercarmi appositamente!) ed invece qui scopro che siamo in tanti!
    Poi sul mio cellulare (e sul concetto di cellulare) un giorno dovrò farci un post.
    Certo, è vero, talvolta abuso dell'iPhone di Zebulon, ma solo per motivi artistici :P

    Per quanto riguarda la ricetta, ci tengo a dirti cosa è uscito dalla mia bocca quando ho capito che con quella ricetta partecipavi alla sfida lanciata dall'Araba.
    Scriverò solo le consonanti per non essere troppo esplicita, visto che siamo a casa tua e non vorrei mancare di rispetto.

    STCZZZZZZZ!!!!

    Vuoi comprare una vocale?

    No, sul serio, mi hai fatto parlare da sola.
    E' un'idea FENOMENALE!
    E quoto pure l'ultima frase di acquaviva.

    RispondiElimina
  27. @n.
    Io invece mi sarei sciolto...finendo nel tombino!! :D ahahaahahha

    @Stella
    Grazie davvero...ho appena visto che anche tu con la versione classica mica scherzi a fantasia! :)

    @Acquaviva
    Assolutamente no, anzi. Non dirmi che c'eri anche tu...non vorrei sbagliarmi ma occhio e croce io ero a Roma a quello del 21 Settembre del 94...seconda serata sulla carta ma per le richieste fu fatta anche la terza data il giorno dopo sempre Cinecittà. Io alle 07:00 ero davanti ai cancelli...l'apertura fu fatta alle 15 però...
    La VHS invece mai vista se non quasi 15 anni dopo. Ti ho fatto il riassunto della mia demenza senile anticipata praticamente al 1994 :D
    Per il dolce...non ho ricevuto in termini di libertà creativa mai miglior complimento e detto da te che sei una cuoca con la C maiuscola ( nel tuo caso C di Cuoca ma anche di Cultura) non posso che bearmene avallando ancora una volta la mia demenza...questa volta senile a ragion veduta per l'età raggiunta! :P ahahahaahahahah

    @Muscaria
    Tu considera come dicevo sopra che io addirittura il mio lo volevo comprare sul web ma adesso costa il triplo perchè si presta ad un certo tipo di truffe e quindi è diventato più difficile da reperire.
    PS1
    L'"iPhone di Zebulon, ma solo per motivi artistici" è una chicca che mi conservo quando ti vorrò ricattare però! :P ahahahahhaha
    PS2
    "STCZZZZZZZ!!!!" è la seconda chicca che mi conservo (citando sempre il cpyright ovviamente) ma che userò spesso per esternare ammirazione, posso...eddaiiiii prometto di ricattarti poco con il PostScriptum 1
    PS3
    MissGambetta ha finito il terzo di Pandiani...non ti anticipo nulla perchè ti vogliamo tropppooooo bene :)))

    RispondiElimina
  28. 22 aprile (oggi)
    Earth Day
    41 Festa della Terra
    Se vuoi celebralo, vai in www.cucinaamoremio.com prendi il logo ed esponilo.
    Grazie.
    Dann/www.cucinaamoremio.com

    RispondiElimina
  29. Divertente il post e lavoro meraviglioso con le ricette. Confermo: sei un'artista.
    E con l'occasione ti faccio i più sinceri auguri di Pasqua.
    Un salutone

    RispondiElimina
  30. Ciao gambetto, sono Franci. Che bello questo sito! ci sono ricette una più bella dell'altra! ce ne sono un sacco che voglio provare!! Buona Pasqua a te!

    RispondiElimina
  31. Gambetto sei una fonte inesauribile di golosità!!!
    Tanti auguri di buona pasqua e...buon appetito !!
    Sara

    RispondiElimina
  32. Come sempre sono morta dal ridere leggendo il tuo post :-DDD Mi hai fatto venire in mente una volta che il telefonino di Fabio gli cadde di mano, scivolando in mezzo alla strada, per la precisoone passando in mezzo a tre auto in movimento per fermarsi poi contro una parcheggiata ed uscire illeso da tutto ciò :-DDD
    La ricetta è fenomenale e l'aspetto mi ricorda un po' un tempio Azteco, che lega quindi benissimo con il tema cioccolato.
    Per me, questa volta vinci ad occhi chiusi ;-)
    Anna Luisa

    RispondiElimina
  33. Per tutti:
    Un problemino alla posta non mi ha permesso di vedere i commenti ai quali rispondo solo ora. Mi dispiace per l'inconveniente non voluto :)

    @Cucina Amore Mio
    Ti ringrazio per la segnalazione...avevo visto le varie iniziative pur non partecipando attivamente :)

    @Mauro Ronci
    Sono in ritardo con gli auguri anche io e decisamente sono messo peggo di te visto che ti rispondo solo ora :P
    Spero che tu abbia passato delle ottime feste e che, se e quando ci vedremo, spero altrettanto che non mi picchierai per queste mie mancanze in termini di tempistica nelle risposte :P eheheheheheheh
    Un caro saluto a te Mauro :)))

    @Franci e vale
    Spero che anche voi abbiate passato una ottima Pasqua...non appena ho un minuto passo anche a trovarvi :)

    @Fataricotta
    Le golosità cucinate oramai sono finite da un pezzo...qui tocca fare i conti solo con la pancia invece :P ehehhehehe
    Grazie di tutto ed anche se con ritardo non commentabile auguri anche a te :P

    @Anna Luisa e Fabio
    Noooooooo....per la serie una grandissima botta di cul....emh popò volevo dire!! :D ahahahhhahahahaha
    Meglio così. Io l'ultima l'ho fatta un pò di tempo fa invece...vado per scuotere la tovaglia dalle briciole sul balcone...e dentro c'era il cell della mia ragazza. Miracolo!...a parte un piccolo graffio ne è uscito illeso altrimenti ero spacciato! :P ehehhehehehehe

    RispondiElimina
  34. che dessert favoloso!

    RispondiElimina
  35. Grazie delle risate "non tecnuologiche"...ma il cel "inesistente" di mia madre è ancora più easy del tuo, se si conta che abbiamo provato a donarle ben due cel supersemplici, nell'arco di tre anni...non ce la fa...quando gli arrivava un sms (inviato da me per prova), spengeva il telefono "perchè faceva dei suoni strani"...irrecuperabile!
    Per il parfait, che nella mia ignoranza purtroppo non sapevo neanche cos'era, sono senza parole e non mi azzardo neanche a commentare...al limite assaggerei volentieri!
    E infine ti invito al mio contest, mi piacerebbe davvero vedere cosa t'inventi!
    http://menuturistico.blogspot.com/2011/04/mtchallenge-di-aprile-la-ricetta-e.html
    Saluti
    Claudia

    RispondiElimina
  36. scusa ho sbagliato a copiare il link...
    http://mammainpentola.blogspot.com/2011/04/fantasieper-il-mio-primo-contest.html
    Anche io e la tecnologia non siamo completamente anime gemelle!
    Ariciao
    Claudia

    RispondiElimina
  37. OK, ho dovuto aspettare una settimana prima di riuscire a leggere questo post, ma oggi l'ho fatto in contemplazione... per poi puntualmente piegarmi in due dalle risate!!!
    (che poi io i tuoi 3 telefonini identici, pagati rigorosamente in lire quando già erano obsoleti li conosco di persona!!! ahahahah)

    Sei sempre troppo forte!!!
    (aho, ma poi la storia del quiz? ahahahah)

    RispondiElimina
  38. @Lerocherhotel
    Grazie davvero! :))))

    @Mamma in pentola
    Grazie per l'invito che vengo a sbirciare appena posso ma soprattutto grazie per il tuo contributo che aggiunge una finestra in più sulla società segreta dei non-tecnologici! :P ehehehehhehe
    A presto...:)

    @Lo Ziopiero
    Per il quiz hai ragione...quello manchevole sono io...ma quando ci si mette di mezzo tutto il resto senza un telefonino decente che abbia la funzione promemoria la vedo difficile! :P ahahahahhaahha
    Scherzi a parte...ho ancora 18 possibilità e le vorrei sfruttare tutte! :)
    Per i cellulari non dico nulla...li hai visti e quelli sono ancora anche se uno dopo circa 8 anni...comincia a dare segni di insofferenza spegnendosi...forse forse devo pensare ad una sostituzione...

    RispondiElimina