martedì 16 febbraio 2010

Tortini di cavolfiore, luganega, friggitelli e bufala














Ultimamente per una serie svariata di circostanze che non sto qui a dettagliarvi ho avuto modo di guardare la televisione che 'non conoscevo' o, meglio ancora, quella che intravedevo spesso dietro la lente arguta di programmi come Blob o addirittura radiofonici come Caterpillar.
Mai in versione integrale tuttavia. Questa full immmersion impulsiva (zapping motivato da curiosità) ha dato da subito un gran giovamento alla mia malridotta capacità critica, bypassando in pieno il ruolo che solitamente delego al già citato elettrodomestico...e cioè quella di lobotomizzarmi senza pretesa alcuna.
Di solito infatti guardo in modo mirato, poco varietà da svago, pochissimo intrattenimento informativo con inclinazione al caz...eggio (per gli appassionati del genere i corrispettivi tecnici sono l'entertainment e l'infotainment), cartoons, due o tre serie televisive al massimo (attualmente era solo una ma è anche finita...ahimè...) e qualche film.
La TV invece si è rivelata una vera e propria palestra per la mente o quantomeno una fonte inesauribile di domande a cui non sempre ho trovato risposta. Altro che "La Settimana Enigmistica"! :P
Si comincia con esercizi di riflessi psico motori facendo lo slalom tra i canali nell'utopico tentativo di evitare simpatici cinesi 'acrobati del disgusto' con la bocca, conduttori impersonali e ripetitivi che si contendono l'ultimo miglio della telefonia fissa e che fanno concorrenza ad esilaranti telepromozioni che vogliono invece redimere sempre l'ultimo miglio, ma del vostro tratto intestinale nonchè quelle meravigliose pubblicità dei profumi. Quanto vorrei avere infatti una risonanza magnetica dell'attività cerebrale di coloro i quali hanno pensato certi spot passando con una levità ineffabile dal nonsense evocativo di una fragranza al suo omologo caricaturale (il nonsense ovviamente) che sfocia nel ridicolo. La domanda che mi pongo è sempre la stessa ma il grottesco di questi lanci pubblicitari è più associabile ad un piacevole effluvio o al tanfo intellettivo che lo ha partorito? :P
Tornando invece al mondo dei fornelli, in particolar modo ad una trasmissione della mattina...mi domandavo ancora...quanto quella presentatrice è ingrassata su 'precisa' indicazione dei dati di ascolto per accorciare le distanza con un pubblico che non si identificava più in lei (dopo un recente subentro alla conduzione) abbassando audience e vendite dei prodotti correlati (direttamente ed indirettamente)?! Il gossip tiene per un pò...poi puzza di bruciato, occorre un maggior impegno vero? ;)
Quanto quel famoso cuoco per rimarcare il suo personaggio 'maledetto' e quindi la fama che lo precede (direttamente proporzionale al suo cachet) 'deve' affermare che i funghi in padella non vanno abbinati a fine cottura con il prezzemolo perchè il suo ipotetico cliente/commensale mai dovrà incorrere nel pericolo che un pezzettino gli si infili tra i denti?
Stranezze da prodotto televisivo le chiamo io...e cioè tutto quanto si veste di professionalità nel pur misero tentativo di nascondere mancanza di idee o di personalità vera.
Quanto i reality pomeridiani e serali, nonchè il cosidetto infotaiment, devono puntare su personaggi mediocri per ingannare il pubblico a casa, permettendogli per poche mezz'ore di sentirsi culturalmente adeguato nel discernere più o meno seriamente dell'etica comportamentale e del costume altrui?
Di fatto si pone artificiosamente lo spettatore in posizione vantaggiosa creando la più pericolosa delle poltrone cerebrali...quella appunto che fa sentire 'padroni' di una realtà volutamente dimessa, i cui spunti provocatori hanno già insita la risposta morale. L'illusione di pensare di essere diversi/migliori da quelle realtà proposte è il più subdolo inganno, è la moneta di scambio maggiormente usata da certe trasmissioni che barattano un mondo soft in cui non è prevista l'autocritica ma solo la critica ad un modello comportamentale deplorevole precostituito in cambio di una leva commerciale indotta più o meno forte.
Quanto la mistificazione della vita di Craxi (nel bene e nel male) ad opera di un direttore di telegiornale e malamente controbilanciata in altre sedi da un imbavagliato contraddittorio è paragonabile alla lasciva e viziosa coreografia imposta di recente ad una ballerina adolescente di un talent-show dove nessuno (e dico nessuno) ha supportato le sue ragioni in un contenzioso che non aveva per oggetto solo il buon gusto ma anche implicitamente il 'prezzo' del successo??
Lo stesso Blob ha sottolineato gli argomenti suddetti con collage televisivi che si complimentavano con i due supponenti educatori, storico l'uno, di spettacolo l'altro. Differenza sul piano dei contenuti, quasi nessuna.
In entrambi i casi si subisce una forma di violenza (culturale, verbale, commportamentale...) dove a perdere è solo lo spettatore qualora sia privo di riferimenti culturali alternativi.
Ecco quindi che la televisione si pone come la migliore delle palestre per neuroni pigri, dove può essere addirittura divertente evidenziare l'inganno, la depistazione, il marketing nascosto, il ridicolo vestito da serio.
Ed io che fino a poco tempo fa invece pensavo solamente a risolvere il gioco della ghigliottina (L'Eredità di Carlo Conti ), alla Gialappa's (in TV ed in radio), a qualche programmino di nicchia come TVTalk, ai Simpson, alla Littizzetto o alle puntate della prima serie di Lupin3...eh perchè no anche a "Ballando sotto le stelle"...mettendo quasi in 'off' il cervello, quella piccolissima parte che ancora si fregia di essere 'on', off-course...ahahahah :-P

La ricetta che vi riporto invece è stata co-protagonista insieme alla crostata di ricotta e carote della medesima cenetta in occasione del mio compleanno che la mia ragazza aveva 'confezionato' appositamente per lasciare una traccia evidente, anche gastronomica appunto, della suddetta ricorrenza, prendendo sempre spunto da un numero di Sale&Pepe (Ottobre09). Il piatto è di quelli che vivono una palese contraddizione di fondo...e cioè che risulta leggero pur non essendolo nella sostanza. So che è anche difficile da spiegare, ma vi assicuro che questi tortini di cavolo, luganega, friggerelli e bufala non incidono molto sul fronte stomaco poichè la quantità di ingredienti grassi è notevolmente ridotta. Infatti la luganega, i friggerelli e la mozzarella sono solo un top che insaporisce la crema di cavolo (si veda il rapporto in peso tra gli ingredienti), completandola appunto e venandola di sapori energici e decisamente sfiziosi. Un piatto rustico nelle intenzioni ma alquanto fine al palato. Da provare secondo il mio parere (sono stati anche replicati ultimamente ehehehe).
Nota
Il giornale li chiama "nidi", ma penso che la dicitura tortino va ugualmente bene in quanto anche senza cocotte la consistenza della crema di cavolo ben si presta, con un semplice coppapasta, all'assemblaggio a mini tortine appunto forse anche più scenografiche della realizzazione qui presentata.


Tortini di cavolfiore, luganega, friggitelli e bufala
Ingredienti per 4 persone (nelle parentesi le nostre variazioni rispetto all'originale)
Un cavolfiore di buona qualità;
4 cucchiai di pecorino grattuggiato (noi ne abbiamo messi 6 cucchiai);
1/2 bicchiere di latte intero;
20g. di burro;
8 friggitelli, peperoncini verdi dolci;
150g. di luganega;
vino bianco secco;
250g. mozzarella di bufala;
olio extra vergine di oliva;
sale q.b.

Preparazione
Tagliate a cubetti la mozzarella e mettetela in un colino in modo da farle perdere il siero. Diviso il cavolfiore in cimette, lavatelo e bollitelo in acqua salata finchè sarà diventato tenero. Tagliate poi a pezzettini la salsiccia. Fate in quattro quindi i friggitelli eliminando i semi e rosolateli in una padella con un velo d'olio, coprendoli e cuocendoli fino a quando non saranno teneri. A quel punto salateli e toglieteli dalla padella. Nello stesso recipiente ancora caldo senza mettere altro olio rosolate invece le salsiccie, bagnatele con il mezzo bicchiere di vino bianco e fatelo evaporare, aggiungete poi nuovamente i friggitelli saltando tutto insieme per 10' scarsi a fiamma viva.
Passate successivamente il cavolfiore al passaverdura e scaldatelo in una pentola antiaderente con il mezzo bicchiere di latte finchè si addensa, girando delicatamente con una cucchiarella, a fine cottura invece unire il pecorino ed il burro a fiocchetti, incorporando per bene. Aggiustare di sale. Il burro non è essenziale lo si può tranquillamente ridurre o eliminare del tutto.
A seguire abbiamo trasferito il purè in quattro cocotte, aggiungendo le salsiccie, i friggitelli e la mozzarella. Passate in forno a 180° per una 10'...e cercate di evitare di avere a portata di mano una panella di pane casereccio...potrebbe finire senza che ve ne accorgiate!! :))))))
















30 commenti:

  1. originalissimiq uesti tortini! dolci e morbidi con la bufala!! bravissima!
    baci baci

    RispondiElimina
  2. Sono completamente d'accordo su tutto quello che hai scritto. Non se ne può più di questa TV. Io, allora, preferisco godermi un po' di tempo sui blog, che mi interessano di più.
    Questi tortini sono proprio da fare !!!
    Ciao...

    RispondiElimina
  3. @manuela e silvia
    Riferirò alla mia lei se non ha già letto qui il commento ;)
    Graziemille :)

    @virgikelian
    I blog sono una buona alternativa...ma anche per questi la selezione è fondamentale ;)
    Grazie per i tortini, hanno un loro 'perchè' davvero...anche se come dicevo si incorre nel rischio di mangiare tanto pane vicino! ehhehehe

    RispondiElimina
  4. Tv talk mi piace da morire!!
    Hai trovato i friggitelli in questo periodo??
    Cavolo, qui mancano anche d'estate

    RispondiElimina
  5. mi continuo a chiede per cosa pago il canone... a parte i cartoni su dvd dei bambini non guardo altro... vabbè. complimenti per questo tortino, delizioso, con tanto formaggio e saporito con la luganega! da provare :-) ciao Ely

    RispondiElimina
  6. @Lydia
    TVTalk è un'isola felice nel panorama televisivo perchè è una rara convivenza di analisi ed approfondimento delle tematiche inerenti i prodotti del tubo catodico senza che tuttavia alcun argomento si presti a sterili controversie o supporti mirati.
    Già per questo merita di essere visto. Ne approfitto del tuo commento per linkare anche il sito del programma
    qui, TVTalk
    Tornando ai friggitelli invece li ho trovati al mercato e non solo ad un banco. Il prezzo lievemente superiore al periodo estivo ma nemmeno di tanto. Con questo freddo logicamente non mi aspetto che siano cresciuti all'aria aperta ma a ben parlare con il mio 'gioielliere' lo sono la maggior parte dei prodotti, anche quelli che pensiamo di periodo e persino quando la vendita è diretta (a buon intenditor poche parole). Mi faceva notare infatti che un certo tipo di mercato malgrado le gelate invernali non era mai variato nei prezzi, per la serie, i rincari NON necessariamente sono dovuti ad intemperanze meteo :p Ma questo è un altro discorso...e mi scuso se mi sono dilungato troppo ehehehe :P

    @Ely
    Guarda Ely...adesso dico una cosa per la quale sarò certamente lapidato...il canone è anche "giusto" se questo comporta pluralità di voci, contraddittori garantiti ed una televisione 'commerciale' meno sbilanciata. Questo, a ben vedere i palinsesti di 'tutta' le reti statali c'è anche, peccato tuttavia che, o è mandato in onda ad orari improponibili o è lentamente offuscato da una "longa manus" molto maliziosa. Prendo pochi esempi lampanti:
    - La mancata 'copertura legale' dei giornalisti di Report che limita la loro libertà d'azione.
    - I diktat di direttori di reti e telegiornali imposti dalla politica;
    - La scelta di palinsensti che virano al culturale solo ad orari improponobili. D'altronde meglio non far pensare le masse e indurle al riso;
    Report è ovviamente solo la punta dell'iceberg. Se consideri che medesime epurazioni o limitazioni sono state fatte anche sui canali radio dove a voci come Condor si preferiscono voci di avanspettacolo non di primissima qualità (per inciso non mi riferisco al programma che lo sostituisce).
    Insomma il canone lo pago volentieri...ma che non mi vengano a parlare di par-condicio solo in Rai...perchè altrimenti veramente viriamo ad una dittatura di informazione che preclude a ben altro.
    Sorry se mi sono dilungato prendendo per spunto il tuo commento.
    PS
    Per i DVD dei bambini invece, non faccio eccezione nemmeno io ehehehehe, li guardo ancora volentieri ehehhe
    Grazie come sempre e scusa ancora per la risposta troppo lunga :)))

    RispondiElimina
  7. ... ma come scrivi???

    RispondiElimina
  8. Ciao anonimo anche se non ti sei firmato, a ben rivedere, devo dire che hai proprio ragione...periodi troppo lunghi e contorti :P

    RispondiElimina
  9. .... non sapevo come dirlo....sabato sera ho guardato TUTTA, dico TUTTA la puntata di ballando sotto le stelle... se lo sa mio marito divorzia...
    come sempre, mi sei di grande conforto...
    grazie di esistere :-D
    ale

    RispondiElimina
  10. -Ma che compleanno!-
    A questi tortini le foto rendono giustizia,belli oltre che buonissimi.Sarà monotono ma i"nun poi capì" con voce sognante di mia sorella si sprecano!! Anche se i resoconti non sono sempre attendibili;lei non legge e quindi posso scriverlo.La luganega mi è stata descritta come pezzetti di salsiccia, però piccolina!! ;-D.
    Quanto alla tv, sono una ex teledipendente alquanto delusa che si ostina anche a registrare sperando così di trovare qualcosa di interessante ma il giorno dopo la funzione FF va a tutta birra e già mi ci sono giocata un videregistratore.
    Però insisto, e ogni tanto ne vale la pena.
    Ciao, sempre bravo.

    RispondiElimina
  11. A parte Ballando sotto le stelle che non amo (ma in compenso ho guardato una parte di "Io canto" con Jerry Scotti che fa cantare bimbi prodigio, quindi siamo pari!)...dicevo, a parte quello, concordo pienamente con le tue considerazioni, sia del post sia della risposta ad Ely.

    Affermare che la soluzione al degrado culturale della tv sia spegnerla e fare altro è comodo ma riduttivo, me ne rendo conto e ciò che mi irrita maggiormente e che i direttori di rete continuino ad affermare che offrono ciò che il pubblico chiede...ma quale pubblico?! Eppure tutti i torti non ce li hanno: gli ascolti ci sono in effetti...

    Dunque consoliamoci almeno in cucina, dove creatività e fantasia vincono sempre. Bella la ricetta e molto carine le ciotoline alte in cui la servi...

    P.s. @anonimo: abbi pazienza, è che questo blog è un ritrovo di appassionati di cibo e parole che amano proprio tanto la condivisione e lo scambio di pareri...il problema è che a volte siamo proprio logorroici inside, non riusciamo a farci nulla!

    RispondiElimina
  12. P.P.S.: Visto che hai citato Caterpillar e dato che sono una fedele ascoltatrice di Radio Due, ti segnalo "Un giorno da pecora", programma pomeridiano ironico ed intelligente...della serie"spegnamo la tv ed accendiamo la radio..."

    RispondiElimina
  13. una gran bella ricetta ricca di ingredienti, la televisione la guardo poco lo confesso mi piace molto tv talk ogni tanto guardo blob

    RispondiElimina
  14. @alessandra (raravis)
    Ahahahahaha
    guarda con molta sincerità lo trovo un programma 'onesto', poco incline alla volgarità e soprattutto condotto in modo signorile. Un bel modo di 'non essere aggrediti' dalla TV che induce anche alle 4 chiacchiere scherzose "...hai visto che impedito quello?...", "...si parli proprio tu che non ce la fai ad alzarti dal divano...", "...ma per cortesia!...", "ahahha", "...guarda che io sono un 'mago' del paso doble...", "ahahahahahahahhaa!!".
    Non continuo per non infangarmi troppo :))


    @Petronilla ha detto...
    Hehehehehe mi hai fatto morire dal ridere con il commento su tua sorella!
    Per la TV condivido in pieno il tuo atteggiamento...di proprio la nostra volontà la mettiamo...non sempre siamo ripagati ma qualche chicca anche la si pesca ancora!
    Grazie davvero :)
    PS
    E'stato davvero un bel compleanno ;)


    @Virò
    Rispondo per prima al tuo commento. "Io canto" e "Ballando sotto le stelle" sono solo generi diversi ma trattati entrambi con molta professionalità e competenza. Personalmente non prediligo il primo perchè trovo non del tutto corretta la scelta della rete di produrre una 'copia' (che poi corrisponde all'originale in verità, nel senso che l'autore&regista è sempre lostesso) pur restando dell'opinione che è forse il miglior programma di entertainment delle reti Mediaset. Molto è dovuto al garbo ed alla professionalità del conduttore che non ci mette solo la faccia ma anche il nerbo, 'riempendo' di fatto le ovvie lacune di chi tenta di snaturare se stesso per offrire 'altro'..."pecunia non olet" :)
    Fuori commento invece, ti dico quale è stata la mia prima impressione leggendo il tuo contributo. Lo trovo, insieme a molti altri, il vero valore aggiunto del blog come strumento di comunicazione di contenuti concreti. La cucina come spunto e crocevia per condividere le diverse prospettive di quello che ci circonda, fatto con medesima sensibilità pur non avendo ne la stessa esperienza ne le medesime inclinazioni. Insomma ringraziando te del contributo che poni qui, lo faccio indirettamente con tutti coloro i quali scelgono questi piccoli spazi per raccontarsi, ampliando per osmosi l'esperienza comune. Quindi davvero grazie!
    Firmato
    Un logorroico impenitente ahahaha

    PS
    Conosco molto bene "Un giorno da pecora" e lo ascoltavo quando nella pausa estiva di "Caterpillar" lo sostituiva andando in onda nel tardo pomeriggio. Hai perfettamente ragione, merita senza dubbio! :)

    @Gunther
    Entrambi offrono spunti di analisi e riflessione interessanti dipanando almeno per un pò gli 'strani' meccanismi che si muovono dietro il tubo catodico...per la ricetta grazie mille!! :))))))))

    RispondiElimina
  15. ti leggo per la prima volta
    bella ricetta appetitosa
    bel blog
    passa a leggermi se ti va ho una piccola rubrica di cucina in un blog pazzarello

    RispondiElimina
  16. Bella la tua rubrica! Ricette fatte con professionalità e ricche di spunti interessanti.
    Complimenti davvero a te e graziemille :)

    RispondiElimina
  17. Caro Mario quanta ragione hai, tanto per citarne una sono rimasta anche io allibita, indignita ed infine mortificata dagli strusciamenti obbligati e cercati di imporre ad una giovane ragazza, per non parlare poi dell'improvvisa paralisi labiale che ha colto tutti gli altri " docenti" che in genere fanno lavorare molto volentieri la loro lingua! Ennesima conferma di quanto lo facciano a vanvera....

    Passiamo oltre, meglio, ho rifatto la crostata di carote, mi aveva incuriosita troppo, è veramente buonisissima, un gusto semplice, ma veramente potresti finirtela in mezzo pomeriggio! Purtroppo non ho potuto fotografarla, altrimenti l'avrei postata ( Gambetto permettendo :-)) sarà per la prossima volta, ma ricetta veramente super!

    Adesso mi segno anche questa di oggi, comprende tutti ingredienti per cui stravedo! a presto

    RispondiElimina
  18. @Paolo
    Ma c'è un modo per linkare il tuo sito come preferito da avere nel blogroll?

    RispondiElimina
  19. Questo commento è stato eliminato dall'autore.

    RispondiElimina
  20. @Milla
    Sono contento che ti sia piaciuta la crostata di carote anche perchè le "mie" foto non rendevano giustizia...infatti sono della mia ragazza ehehehehe
    Per la TV credimi che certe cose lasciano con l'amaro in bocca, soprattutto quando penso che a dare l'esempio sono i più giovani :)
    PS
    Dopo che me lo hai detto speravo che la postassi tu la crostata almeno avrei indicato e linkato il risultato migliore senza ombra di dubbio e non lo dico per un facile complimento.
    Grazie come sempre per tutto quanto ;)))))

    RispondiElimina
  21. Sai che non avevo pensato alla ragione dei palesi chili in più della conduttrice della nota trasmissione?
    Che ingenua ....
    E che dire del senjor sospeso, per le sue deplorevoli affermazioni?
    Anche a me piace Ballando con le stelle, sebbene abbia poche opportunità di seguirla ....
    Meravigliose queste coccottine apparentemente rustiche: un mix di energia pura:))

    RispondiElimina
  22. Il senjor avendo fatto il dirigente capo per tanti anni, con uno stile di vita tipo "il megadirettore galattico di fantozzi" incontrastato ed in sospetto di onnipotenza ehehehe usa la favella senza filtro alcuno...
    Quanto poi alle affermazioni si va dalla verità storica al commento personale fuori posto e per giunta con dettaglio di poco gusto...il resto è solo una penosa boutade :)
    Grazie per le cocottine, meritano davvero e nelle tue mani troveranno certamente una versione ancor più elegante!
    Buonissima giornata Lenny ;)))))

    RispondiElimina
  23. Ma ciò che mi chiedo: nessuno conosceva l'argomento del giorno?
    I suoi "copioni" non li legge nessuno?
    Per le cocottine mi sopravvaluti .... la tua ragazza è in gamba :))

    RispondiElimina
  24. il cavolfiore c'è! i friggitelli (o puparuncielli) pure! la salsiccia idem! vado a prendere la mozzarella!
    ciao
    Ps la ghigliottina... i miei 10 mminuti di gloria quando indovino e i figli mi fanno i complimenti!

    RispondiElimina
  25. Idem!!
    Quando indovino la ghigliottina quasi quasi...chiamo anche ai miei, mia sorella e qualche amico per vantarmi!
    PS
    Ti confesso però che qualche volta ero sicuro di aver indovinato...ed invece avevo preso una cantonata mostruosa! ehehehe

    RispondiElimina
  26. Sempre troppo gentile...la rifarò senz'altro perchè ci è piaciuta molto e la prossima volta mi armerò di macchina fotografica! Promesso!!

    RispondiElimina
  27. per il blorollo, caro gambetto non sono un esperto, non gestisco direttamente la parte tecnica del blog, credo che questo link http://makkekomiko.wordpress.com/ possa essere quello da usare...

    RispondiElimina
  28. a che sbadato: grazie mille!!!

    RispondiElimina
  29. E di che grazie a te invece!! :))

    RispondiElimina